BMW Serie 3 2019: il top del brand – Giampaolo Scacchi

Attraverso decenni di evoluzione, le BMW Serie 3 2019 si sono standardizzate e sono diventate un simbolo. Sportive, intelligenti, confortevoli. Anche se le componenti sono diverse e raccontano un’eredità unica nel suo genere, conferma Giampaolo Scacchi.

Le origini di BMW risalgono al 1927, quando la Bayerische Motoren Werke, tradotto in “la fabbrica di motori bavarese”, produceva motori per aerei militari. Il simbolo dell’elica bianca e blu è ancora oggi il simbolo di BMW.

Le novità BMW 2019 stanno creando grandi aspettative tra gli appassionati del marchio. Tra i nuovi modelli BMW 2019 la Serie 1 è una delle più attese. La terza generazione della vettura premium del segmento C sarà totalmente rivoluzionata e sarà basata sulla piattaforma già utilizzata dalla Serie 2 Active Tourer, dalla X1 e X2. Trazione anteriore, motore 1.5 tre cilindri e 2.0 quattro cilindri, frontale più cattivo e aspetto aggressivo dei fari.

La BMW Serie 3 2019 invece, ormai arrivata alla sesta generazione, è la berlina più acquistata in Italia: la “segmento D” bavarese – disponibile in due varianti di carrozzeria (quattro porte e station wagon Touring) – ha saputo conquistare gli automobilisti del nostro Paese, specialmente quelli che per lavoro sono costretti a percorrere molti chilometri e non vogliono rinunciare al piacere di guidare un’auto “premium”.

La variante Sport della BMW Serie 3 2019 (che prevede un sovrapprezzo di 2.170 euro – 2.000 per la Active Hybrid ibrida – a parità di motore) è decisamente più ricca visto che aggiunge i fari allo xeno, il volante sportivo in pelle, i sedili sportivi anteriori e la fintura nera lucida usata per le prese d’aria anteriori, il paraurti posteriore, i listelli verticali della calandra e il montante B. Senza dimenticare il profilo color alluminio per i laterali.

L’esperienza di guida è splendida, conferma Giampaolo Scacchi. Siamo a un livello di facilità dei comandi e profondità dell’esperienza che poche altre marche riescono a dare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *